MENU

Comune di Monterotondo

Provvedimenti in materia di incolumità pubblica – Ridefinizione del mercato settimanale per tutte le attività di vendita diverse dai generi alimentari ed agroalimentari.

 Il Sindaco con ordinanza n°42 del 24/7/2020 

 

ORDINA

 

per tutto quanto esposto in premessa, salvo eventuali, successivi e diversi provvedimenti legati alla cessazione dell’emergenza sanitaria ed all’andamento della condizione epidemiologica:

 

  • La proroga sino alla cessata emergenza, anche in forza di nuove disposizioni governative, delle disposizioni contenute nell’Ordinanza Sindacale n° 33 del 03.06.2020 e di tutte le prescrizioni da essa derivanti come riportate di seguito;
  • L’obbligo dell’utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori commerciali, sia da parte dei clienti all’interno dell’area di mercato;
  • Lo svolgimento del mercato settimanale avverrà nel rispetto e sotto l’osservanza delle indicazioni e prescrizioni di cui all’Ordinanza Regionale n. Z00041 del 16.05.2020, all’Ordinanza Regionale n. Z00042 del 19.05.2020 (allegato “Linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative” – Commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti), al D.P.C.M. del 17.05.2020 (allegato 17 “Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive” – Obbligo di garantire la profondità della corsia centrale dei banchi di 3 metri –
    Commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti), in particolare:

 

 

Misure Generali

Anche attraverso misure che garantiscano il contingentamento degli ingressi e la vigilanza degli accessi, dovrà essere assicurato il rispetto dei punti 1, 4, 5, 6, 7 lett. c) e 8 dell’allegato 5 del DPCM 26 aprile 2020:

– Mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale.

– Accessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.

– Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto ai sistemi di pagamento.

– Uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande.

– Utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori sia da parte dei clienti, ove non sia possibile assicurare il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

– Gestori e lavoratori non possono iniziare il turno di lavoro se la temperatura corporea è superiore a 37,5°C.

 

Competenze dell’ente

I Comuni, a cui fanno riferimento le funzioni di istituzione, regolazione e gestione dei mercati, delle fiere e dei mercatini degli hobbisti dovranno regolamentare la gestione degli stessi, anche previo apposito accordo con i titolari dei posteggi, individuando le misure più idonee ed efficaci per mitigare il rischio di diffusione dell’epidemia di Covid-19, assicurando il rispetto dei punti 1, 4, 5, 6, 7 lett. c) e 8 dell’allegato 5 del DPCM 26 aprile 2020, sopra elencati nelle misure generali, tenendo in considerazione la loro localizzazione, le caratteristiche degli specifici contesti urbani, logistici e ambientali, la maggiore o minore frequentazione, al fine di evitare assembramenti ed assicurare il distanziamento interpersonale di almeno un metro nell’area mercatale.

Maggiore distanziamento dei posteggi ed a tal fine, ove necessario e possibile, ampliamento dell’area mercatale.

 

Misure a carico del titolare di posteggio

– Pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;

– E’ obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani;

– Messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;

– Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro sia per i clienti, sia per gli operatori, inclusi quelli impegnati nelle operazioni di carico e scarico.

– In caso di vendita di abbigliamento, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia la merce.

– In caso di vendita di beni usati igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita.

– Gli operatori devono raccomandare ai clienti di non permanere presso il banco/chiosco più del tempo necessario alla scelta e all’acquisto dei prodotti e di richiedere il supporto del personale per la ricerca dei prodotti, evitando di toccare la merce.

 

 

          DISPONE

 

l’eventuale sospensione delle attività di vendita, con conseguente sgombero dell’area di mercato, nel caso di accertato mancato rispetto delle norme sul distanziamento sociale e, in generale, di prevenzione e tutela della salute pubblica prescritte nella presente ordinanza;

l’eventuale sospensione, anche sopraggiunta, dell’attività di vendita di “beni usati” a seguito di eventuali, sussistenti, opportune e motivate ragioni