IMU

NEWS

IMU 2017:

Presto on line le aliquote.

 

 


IMU – PAGINA 2


IMU 2016

IMU 2016 – INFO E ALIQUOTE

IMU 2016 – CALCOLATORE ON-LINE (INSERIRE COD. CATASTALE F611 E ALIQUOTE)

IMU 2016 – TABELLA VALORI AREE FABBRICABILI (sono confermati i valori 2015)

IMU 2016 – NOVITA’ SULLE RICHIESTE DI AGEVOLAZIONE PER I COMODATI D’USO GRATUITO

IUC (IMPOSTA UNICA COMUNALE: IMU + TASI + TARI) – REGOLAMENTO


MODULISTICA

IMU 2016 – MODULO RICHIESTA RIDUZIONE COMODATO USO GRATUITO IMMOBILE (scaduto)

IMU 2016 – MODULO RICHIESTA AGEVOLAZIONE LOCAZIONE LEGGE 431_98 ART.2 C. 2,3,4 (scaduto)

IMU 2016 – MODULO RICHIESTA AGEVOLAZIONE IMMOBILE INAGIBILE_INABITABILE (scaduto)

IMU_TASI_TARI – MODULO RICHIESTA RATEIZZAZIONE AVVISI DI ACCERTAMENTO

IMU_TASI_TARI – MODULO RICHIESTA RIMBORSO/COMPENSAZIONE

Il modello di dichiarazione IMU/TASI ENC (enti non commerciali) è scaricabile dalla pagina dedicata.


UTILITIES

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il servizio per la consultazione delle rendite catastali. È sufficiente indicare nei campi di ricerca del modulo: 1) il proprio codice fiscale; 2) gli identificativi catastali (comune, foglio, particella e subalterno); 3) provincia di ubicazione dell’immobile.

VIDEO – AGENZIA DELLE ENTRATE / VISURE CATASTALI ON LINE

CONSULTAZIONE RENDITA CATASTALE SUL SITO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE



FAQ

D: Vorrei cedere in uso gratuito un’abitazione a mio figlio/a. Quali sono i requisiti per poter usufruire dell’agevolazione IMU? Devo ripresentare il modulo di richiesta agevolazione?

R: E’ disponibile al seguente link una sezione dedicata ai nuovi comodati d’uso gratuito contenente tutte le risposte in merito.


D: Ho ceduto in uso gratuito un’abitazione a mio/a figlio/a. Tuttavia, dal 2016, non rientro più nei casi agevolabili e non posso applicare l’aliquota 7,6 per mille con il 50% di abbattimento della base imponibile. Quale aliquota devo applicare per il pagamento dell’IMU su questo immobile?

R: L’aliquota da applicare è il 10,6 per mille, senza riduzioni. Si ricorda che è disponibile al seguente link una  sezione dedicata ai nuovi comodati d’uso gratuito contenente ulteriori informazioni in merito.


D: Ho una immobile a uso abitativo locato con canone concordato ai sensi della Legge n. 431/98 art. 2 comma 2,3,4. Ho già presentato presso l’ufficio protocollo la richiesta per ottenere l’agevolazione, corredata dalla copia del contratto con gli estremi di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate e copia del mio documento d’identità. Quale imposta devo pagare?

R: L’immobile in oggetto, se in possesso di tutti i requisiti richiesti, sconta un’aliquota IMU pari al 7,6 per mille con il 25% di riduzione. Per il caso in questione non è dovuta TASI.


D: Dopo aver effettuato il pagamento, devo inviarne copia agli uffici del comune?

R: No, non è necessario. Va comunque conservata la ricevuta di pagamento o la relativa quietanza di versamento.


D: Qual è l’importo minimo da versare?

R: L’importo minimo da versare è 1,00 euro.


D: Non ho pagato l’IMU entro il termine previsto per l’acconto. La pagherò in ritardo. Cosa devo fare?

R: Entro al massimo un anno dalla scadenza del versamento, è possibile procedere al versamento dell’imposta con ravvedimento operoso. Il calcolatore on-line, dopo la data di scadenza, è già configurato per il calcolo di sanzioni e interessi alla data di ricalcolo del totale dovuto ed è configurabile con una data futura.


D: Ho presentato lo scorso anno una richiesta di aliquota agevolata per un immobile inagibile/inabitabile; la situazione dell’immobile non è cambiata. Devo presentare anche quest’anno la richiesta?

R: Si, è necessario presentare nuovamente la richiesta. Nel caso in cui si dovesse verificare una modifica rispetto a quanto dichiarato, va inoltrata apposita comunicazione all’ufficio.


D: Devo richiedere l’accesso a un documento amministrativo, come posso fare?

R: Ai sensi delle vigenti normative, è possibile inoltrare la richiesta compilando in ogni sua parte questo modulo.