Conformità, agibilità e idoneità

Accertamento di conformità art. 37 del D.P.R. 380/2001 – ART. 22 L.R. 15/2008)

interventi assentibili

Tutti gli interventi eseguiti in difformità o in assenza della Denuncia di Inizio Attività

documentazione necessaria

Istanza su modello predisposto dal Servizio

Titolo di disponibilità dell’immobile

Elaborato grafico in triplice copia

Relazione ai sensi del D.M. 37/2008 in materia di sicurezza degli impianti;

Schede contributo oneri di urbanizzazione determinato ai sensi dell’art. 16 del DPR 380/01

Relazione ai sensi della L. 13/89 sull’abbattimento delle barriere architettoniche

Relazione tecnica asseverata

Relazione tecnica

Documentazione fotografica

Tutto quanto necessiti a richiesta del Servizio, secondo l’intervento da eseguire

procedimento

L’accertamento di conformità è presentato dai soggetti legittimati su opera già realizzata che risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente, sia al momento della realizzazione della stessa che al momento della presentazione della domanda.

<p>La domanda presentata su stampato predisposto dal Servizio va trasmessa o consegnata al Protocollo Generale del Comune di Monterotondo.

Entro 60 giorni dal ricevimento della domanda verrà rilasciato il Titolo abilitativo in Sanatoria subordinato al pagamento della sanzione prevista dalla L.R. 15/2008.

 

Accertamento di conformità art. 36 del D.P.R. 380/2001 – ART. 22 L.R. 15/2008)

interventi assentibili

Tutti gli interventi eseguiti in difformità o in assenza di Titoli Edilizi</li>

documentazione necessaria

Istanza in bollo su modello predisposto dal Servizio

Titolo di disponibilità dell’immobile

Elaborato grafico in triplice copia

Relazione ai sensi del D.M. 37/2008 in materia di sicurezza degli impianti;

Schede contributo oneri di urbanizzazione determinato ai sensi dell’art. 16 del DPR 380/01

Relazione ai sensi della L. 13/89 sull’abbattimento delle barriere architettoniche

Schede contributo costo di costruzione determinato ai sensi dell’art. 16 del DPR 380/01

Relazione tecnica asseverata

Modello Istat

Relazione tecnica

Documentazione fotografica

Tutto quanto necessiti a richiesta del Servizio, secondo l’intervento da eseguire

procedimento

L’accertamento di conformità è presentato dai soggetti legittimati su opera già realizzata che risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente, sia al momento della realizzazione della stessa che al momento della presentazione della domanda.

La domanda presentata in bollo su stampato predisposto dal Servizio va trasmessa o consegnata al Protocollo Generale del Comune di Monterotondo.

Il responsabile del servizio entro 10 giorni nomina il responsabile del procedimento.

Entro 60 giorni dal ricevimento della domanda verrà rilasciato il Titolo abilitativo in Sanatoria subordinato al pagamento della sanzione prevista dalla L.R. 15/2008 e del pagamento del contributo di costruzione, dei diritti di segreteria e degli eventuali altri oneri previsti dallo specifico intervento.

Qualora entro 60 giorni l’interessato non riceva comunicazione la domanda si intende rifiutata.

 

Agibilità

descrizione

Il certificato di agibilità attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente.

Il certificato di agibilità viene rilasciato dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio comunale.

Gli edifici non possono essere abitati od utilizzati senza essere dotati di certificato di agibilità.

interventi

nuove costruzioni comprensive di ampliamento e sopraelevazione;

ristrutturazione edilizia;

ristrutturazione urbanistica.

documentazione necessaria

copia della dichiarazione presentata per l’iscrizione in Catasto con timbro di ricevuta dell’Agenzia del Territorio o richiesta di accatastamento, completa delle relative planimetrie;</p>

dichiarazione di conformità ai sensi dell’art. 7 D.M. 22/01/2008, n.37 “Regolamento concernente l’attuazione dell’art. 11-quaterdecies, comma 13. lett. a) della legge n. 248 del 2005 recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici”, redatto secondo le modalità previste dallo stesso completa degli allegati obbligatori, ai sensi degli artt. 5 e 7 del D.M. di cui sopra;

dichiarazione del direttore dei lavori, sottoscritta anche dal richiedente, di conformità dell’opera rispetto al progetto approvato, nonché in ordine all’avvenuta prosciugatura dei muri e alla salubrità degli ambienti;

dichiarazione asseverata del direttore dei lavori di rispondenza dei lavori eseguiti alle norme e ai requisiti progettuali per il risparmio energetico;

attestato di qualificazione energetica;

certificato del competente ufficio tecnico della Regione Lazio attestante la conformità delle opere eseguite nelle zone sismiche alle disposizioni di cui al Capo IV della Parte II del DPR 380/2001 e del Regolamento Regionale del 07.02.2012, n. 2; se previsto, certificato di prevenzione incendi rilasciato dal Comando Provinciale VV.FF. o copia della dichiarazione d’inizio attività presentata al Comando Provinciale VV.FF. ai sensi del D.P.R. 151/2011;

dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche di cui all’art. 77, nonché all’art.82 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380;

documentazione di previsione di impatto acustico, nei casi previsti dalla normativa vigente, secondo le modalità previste dal regolamento comunale sulle attività rumorose;

ogni altro documento eventualmente previsto da specifiche norme e/o regolamenti.

procedimento

Il proprietario o avente causa è tenuto a richiedere, entro il termine di quindici giorni dall’ultimazione dei lavori, il certificato di agibilità.

La ritardata presentazione rispetto a tale termine della richiesta comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria stabilità dalla normativa vigente in materia.

L’Amministrazione Comunale comunica entro dieci giorni il nominativo del Responsabile del Procedimento, il quale può richiedere nei successivi quindici giorni dalla data di presentazione della domanda, documentazione integrativa non a disposizione dell’Amministrazione o che non possa essere acquisita dalla stessa autonomamente.

Tale richiesta interrompe il termine di cui sopra, il quale ricomincia a decorrere per intero dalla data di ricevimento degli atti.

Il Dirigente, entro trenta giorni dalla richiesta del certificato di conformità edilizia e agibilità, ove completa, vista la documentazione, viste le risultanze dei controlli e dei collaudi, rilascia il certificato di agibilità.

Trascorso inutilmente il termine di cui al comma precedente, l’agibilità s’intende attestata nel caso sia stato rilasciato il parere ASL di cui all’art. 5 comma 3 lettera a) del DPR 380/01. in caso di autocertificazione, il termine per la formazione del silenzio-assenso è di sessanta giorni.

L’amministrazione comunale si riserva di effettuare dei controlli a campione, con sopralluoghi specifici sulle unità immobiliari, per la verifica dei requisiti di agibilità

 

Certificato idoneità alloggio (Attestazione e nulla osta per cittadini extracomunitari)

descrizione

Il certificato di idoneità dell’alloggio è un documento che attesta che l’alloggio rientra nei parametri minimi previsti dalla normativa. Il certificato di idoneità dell’alloggio è necessario per:

ricongiungimento familiare, cioè quando deve essere autorizzato l’ingresso dall’estero dei familiari del lavoratore immigrato;

rilascio del permesso di soggiorno CE per sé stesso o per i familiari a carico;

sottoscrizione di contratto di soggiorno per lavoro subordinato

chi lo richiede

L’attestazione di idoneità dell’alloggio può essere richiesta:

dal proprietario dell’alloggio

dall’inquilino del relativo contratto di locazione

dal soggetto che è residente, domiciliato o ospite nell’immobile

come fare la richiesta

Il richiedente deve presentare la domanda all’Ufficio Protocollo su apposito modello, sul quale andrà apposta marca da bollo del valore corrente.

Oltre a quanto indicato sul modello di richiesta è necessario presentare i seguenti documenti:

fotocopia del permesso di soggiorno, documento di identità o passaporto dei richiedenti;

planimetria quotata dell’immobile oggetto di richiesta, con riferimento al titolo amministrativo (Titolo abilitativo edilizio), a firma di tecnico abilitato che asseveri la conformità urbanistica e igienico-sanitaria, secondo le norme e disposizioni di legge vigenti;

copia del titolo di disponibilità dell’immobile (atto di proprietà, contratto di locazione), e se ospiti, dichiarazione di  ospitalità del proprietario o conduttore dell’alloggio; attestazione del numero dei residenti sull’immobile oggetto di richiesta rilasciata dal Servizio demografico.

Sulla domanda dovrà essere apposta un marca da bollo del valore corrente.                  L’attestazione di idoneità deve essere ritirata all’ufficio Edilizia Privata del Comune. Per il ritiro del certificato occorre una ulteriore marca del valore corrente. Il certificato ha validità di 12 mesi dalla data di emissione.

procedura

L’attestazione viene rilasciata in base ad una verifica che gli uffici competenti effettuano per accertare la conformità dell’alloggio ai requisiti igienico-sanitari, nonché di idoneità abitativa, sulla base ai parametri stabiliti dal DM 5 luglio 1975, così come previsto dal D.Lgs. n.286/98 e dalla Circolare Ministero dell’Interno n.7170/2009.

costi

  1. 2 marche da bollo del valore corrente  (n. 1 da apporre sulla richiesta, n. 1 da apporre sul certificato;

pagamento dei diritti di segreteria

 

Modulistica

dichiarazione_proprietario_per_idoneità__alloggiativa

domanda_di_agibilità_

relazione_tecnica_asseverata

richiesta_idoneità__alloggiativa

richiesta_voltura

dichiarazione_impianti

 

 

Allegati