Permesso di costruire

interventi di restauro e di risanamento conservativo (art. 3 D.P.R. 380/2001)
interventi di ristrutturazione edilizia (art. 3 D.P.R. 380/2001)
interventi di nuova costruzione (art. 3 D.P.R. 380/2001)
Documentazione necessaria
Istanza in bollo su modello adottato dalla Regione Lazio con DD_G18732_23_12_2014
Titolo di disponibilità dell’immobile
Elaborato grafico in triplice copia
Relazione ai sensi del D.M. 37/2008 in materia di sicurezza degli impianti;
Schede contributo oneri di urbanizzazione determinato ai sensi dell’art. 16 del DPR 380/01
Relazione ai sensi della L. 13/89 sull’abbattimento delle barriere architettoniche
Schede contributo costo di costruzione determinato ai sensi dell’art. 16 del DPR 380/01
Relazione tecnica asseverata
Modello Istat
Relazione tecnica
Documentazione fotografica
Tutto quanto necessiti a richiesta del Servizio, secondo l’intervento da eseguire
Procedimento
Il Permesso di Costruire è presentato dai soggetti legittimati.
La domanda presentata in bollo su stampato predisposto dall’U.T.C. va trasmessa o consegnata al Protocollo Generale del Comune di Monterotondo.
Il responsabile del servizio entro 10 giorni nomina il responsabile del procedimento.
Entro 60 giorni dal ricevimento della domanda il responsabile del procedimento cura l’istruttoria, acquisisce i pareri e atti di assenso eventualmente necessari, valuta la conformità del progetto alla normativa vigente, formula la proposta di provvedimento corredata da una dettagliata relazione tecnico-giuridica.
Qualora l’immobile è sottoposto al vincolo la cui tutela non spetta all’Amministrazione Comunale, viene indetta la Conferenza dei Servizi
Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda il responsabile del procedimento può interrompere i termini, per una sola volta, per la richiesta di documentazione integrativa a quella presentata.
Il provvedimento finale viene adottato dal Dirigente entro 30 giorni dalla proposta del responsabile del procedimento (diniego o permesso di costruire).
Il Permesso di Costruire viene ritirato successivamente al pagamento del contributo di costruzione dovuto, dei diritti di segreteria e degli eventuali altri oneri previsti dallo specifico intervento.
L’inizio dei lavori, pena decadenza del titolo edilizio, dovrà avvenire entro un anno dal rilascio del titolo stesso. Quella di ultimazione non può superare i tre anni dalla data di inizio lavori.
Entrambi i termini possono essere prorogati con provvedimento motivato, per fatti sopravvenuti estranei alla volontà del titolare del permesso. Decorsi tali termini il permesso decade di diritto per la parte non eseguita.

Modulistica

delega_rilascio_permesso_di_costruire

modello_richiesta_rateizzazione_contributo_costruzione

SVI_DD_G18732_23_12_2014_Allegato1_PDC_MOD

SVI_DD_G08525_19_06_2017_AllegatoD_SOGGETTI_COINVOLTI

SVI_DD_G08525_19_06_2017_AllegatoE_COMUNICAZIONE_FINE_LAVORI

Allegati