Folclore

Documento2 copia

 

 

 

Quella di S. Antonio Abate è la più tradizionale festività eretina: organizzata dalla Pia Unione, si svolge la domenica più vicina alla festa del Santo vera e propria, il 17 gennaio. Il Carnevale eretino vive il suo clou l’ultima domenica prima del martedì grasso, con la sfilata dei gruppi mascherati per le vie cittadine. La prima domenica di maggio si svolge la festa dei Santi patroni Filippo e Giacomo, organizzata dalla parrocchia Santa Maria Maddalena e dalla Pro Loco, che prevede, oltre al programma religioso, diverse manifestazioni di piazza e sportive.

La Sagra della Fava e Pecorino, nel fine settimana intorno al 10 maggio nel rione Borgonovo, offre l’occasione di assaggiare tra musica e balli, questa fantastica accoppiata, gioia del palato.

La terza domenica di giugno, nella parrocchia di S. Maria delle Grazie, festa di S. Antonio da Padova, con processione della statua del Santo su un baldacchino ricoperto di gigli bianchi.

Il sabato più vicino al 24 giugno (festa di San Giovanni), tradizionale Ciummacata nelle maggiori piazze di Monterotondo: lunghe e festose tavolate ospitano il “rito” della cena comunitaria all’aperto, in cui le lumache, cucinate in bianco e in umido, costituiscono il piatto principale.

Nella prima metà di luglio, in Piazza Togliatti, Sagra della Panzanella, musica, divertimento e degustazione gratuita.

Luglio è anche il mese dell’Estate Eretina, prestigiosa rassegna di danza, cinema, musica e teatro nata all’inizio degli anni ‘80.

Al rientro dalle vacanze, nel fine settimana più vicino alla festività del Santo (13 settembre), ecco la Festa di San Gabriele, organizzata dalla parrocchia di Gesù Operaio. Intorno al 29 settembre, appuntamento con la Festa di S. Michele, consueto saluto all’estate per gli abitanti dello Scalo: interessanti programmi sportivi e spettacolari fanno da contorno agli intensi momenti liturgici della parrocchia S. Maria del Carmine.

Chiude il programma annuale delle festività monterotondesi la Festa di S. Francesco (intorno al 4 ottobre), organizzata dai padri del Convento dei Cappuccini e dalla Gioventù Francescana, significativo momento di riflessione e spiritualità.

Ogni seconda domenica del mese infine, per tutto l’anno tranne ad agosto, in piazza del Duomo, via Cavour, piazza del Popolo e piazza della Repubblica la Confesercenti locale organizza “L’Isola nel tempo”, mostra mercato d’antiquariato, mobili ed oggettistica d’epoca, modernariato, collezionismo, rigatteria ed artigianato.