Monumento Naturale “Cave di Monterotondo Scalo”

image

 

 

 

 

 

 

 

La produzione di mattoni, fu per lungo tempo una delle attività principali di Monterotondo. Ma negli anni ’70 le fornaci cominciarono ad essere dismesse e in loc. semblera rimasero delle ampie fosse dovute all’intensa attività di estrazione dell’argilla. Nel tempo la natura, grazie alla vicinanza del Tevere e dell’oasi di Nazzano, si è rimpossessata di questi luoghi andando a costituire 2 piccoli laghetti e una palude popolati da ogni forma di vita. Un miracolo della natura che nell’ottobre del 2013 il Consiglio Comunale di Monterotondo decide di tutelare con una delibera specifica. L’amministrazione esprime esprime la volontà di “tutelare e valorizzare l’area naturalistica dei laghetti di Monterotondo Scalo, popolata da una fauna particolarmente ricca e diversificata e punto di sosta, svernamento e nidificazione di numerose specie di uccelli di interesse comunitario ai sensi della Direttiva “Uccelli” 2009/147/CE, tramite l’istituzione del monumento naturale “Laghetti in loc. Semblera Monterotondo Scalo” con conseguente apposizione di vincolo con decreto del Presidente della Giunta Regionale”.

Fondamentale per la costituzione e il mantenimento di questo monumento naturale è stato il lavoro svolto dall’Associazione XNatura Onlus vai al sito per maggiori info: www.xnatura.it

Come arrivare visualizza la mappa