Città metropolitana di Roma Capitale
MENU

Comune di Monterotondo

Nel 2021 l’ampliamento del Museo Archeologico Multimediale

Finanziata dalla Regione Lazio la nuova ala museale. Nel progetto anche il restauro conservativo del piano nobile di Palazzo Orsini-Barberini, l’efficientamento energetico e l’allestimento con l’ausilio di nuove tecnologie.

Adesso è ufficiale: nel 2021 l’ampliamento della sede del Museo Archeologico e Multimediale territoriale sarà realtà.

La Regione Lazio, infatti, ha diramato un comunicato stampa a margine dei risultati del bando “Valorizzazione luoghi della cultura”, nel quale ha reso pubblica la graduatoria dei quarantotto progetti ammessi al finanziamento, tra cui c’è anche quello presentato dal Comune di Monterotondo, inserito in bilancio nel 2021, con una copertura pari all’80% dell’importo totale dell’intervento.

Il progetto, che rientra nel Piano strategico delle opere pubbliche del Comune di Monterotondo, prevede: l’ampliamento della sede museale, fino al raddoppio della superficie adibita ad esposizione; moderni allestimenti con l’utilizzo di nuove e avanzate tecnologie multimediali; il restauro conservativo e la messa in sicurezza del piano nobile di Palazzo Orsini-Barberini; oltre ai lavori di miglioramento ed efficientamento energetico.

«Monterotondo, Città della Culturaafferma il Sindaco Riccardo Varoneancora una volta ha fatto centro. Il finanziamento del progetto dell’ampliamento del Museo Archeologico Multimediale, messo a bilancio nel 2021 da parte della Regione Lazio, conferma la bontà del lavoro del nostro Comune in materia di Cultura. Ringrazio per questo l’Assessora alla cultura Marianna Valenti, il direttore del Museo dottor Paolo Togninelli, la Fondazione ICM, l’Assessora ai Lavori Pubblici Isabella Bronzino, l’Architetta Katiuscia Marcelli e tutto il personale che ha contribuito alla presentazione del progetto. L’ampliamento del Museo prosegue il Sindaco Riccardo Varoneconferma la centralità della Cultura nel programma di mandato, il valore essenziale di proporre un’offerta culturale che sia moderna, stimolante e di alto valore, nonché volano di sviluppo commerciale e ricettivo per la rete di imprese locali».

 Cinque nuove stanze, ricavate da demolizioni di tramezzature, costruzioni ex novo e rimodulazione degli spazi esistenti; una completa riqualificazione estetica e funzionale della pavimentazione delle sale interne e della terrazza esterna che sarà adibita a spazio per la lettura; un’area bookshop e un innovativo sistema di proiezioni digitali con l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione per la realtà virtuale elaborato grazie alla convenzione con il CNR, sono gli interventi che costituiscono lo scheletro principale del progetto, il tutto all’insegna dell’efficientamento e del risparmio energetico.

«Essere tra i progetti ritenuti validi di finanziamento da parte della Regione Lazio – dichiara l’Assessora alla Cultura Marianna Valenti – è davvero motivo di grande soddisfazione. Insieme all’Assessore Regionale Mauro Alessandri e al capo di gabinetto della Regione Lazio dottor Albino Ruberti, abbiamo seguito e continueremo a seguire il progetto fino al definitivo finanziamento. Abbiamo lavorato tanto, collaborando trasversalmente tra assessorati, facendo ricorso alle migliori professionalità a disposizione dell’Amministrazione Comunale, pensato alle migliori soluzioni sia in termini di gestione e ammodernamento degli spazi, sia in termini di accessibilità, allestimento e fruizione e il risultato raggiunto ci ha dato ragione. Non vedo l’ora di poter aprire le porte della nuova area del Museo e presentare al pubblico il percorso che dalle sale affrescate ci porterà, tra proiezioni olografiche, ricostruzioni in 3D e contenuti multimediali, fino alla splendida terrazza che si affaccia sul cortile di Palazzo Orsini».

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF